Journalize!

cronache finanziarie dal volto umano

L’occhio di Google

with 3 comments

Da qualche tempo non è più possibile non vedere. Google, il search engine per eccellenza, ha lanciato in collaborazione con il Museo dell’Olocausto di Washington un progetto per pubblicare on line le immagini dei massacri che da anni devastano la regione del Darfur, sconvolta da un conflitto multietnico che, secondo le stime della Coalizione per la Giustizia Internazionale ha provocato 400 mila morti e 2 milioni di profughi. Google Earth documenta in tempo reale la tragedia, mostrando 1600 villaggi distrutti, i resti di più di 100mila scuole, abitazioni e moschee rase al suolo.

La domanda che sorge spontanea è se la tecnologia riuscirà in futuro ad evitare nuovi massacri, violenze, guerre.

Annunci

Written by tony

maggio 16, 2007 a 5:47 pm

Pubblicato su information over war

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Secondo te la tecnologia ce la farà??
    Cecy

    Anonimo

    maggio 16, 2007 at 7:51 pm

  2. Le brutture umane sono infaticabili ed infinitamente ripetibili,la tecnologia può spingerle a nascondersi,non ad annullarsi

    Fabio

    maggio 17, 2007 at 8:42 am

  3. Più che la tecnologia, chi ne farà uso. Quanti usi aberranti può avere la più virtuosamente concepita delle tecnologie?

    Difficile rispondere, a questa come alla domanda che poni tu…

    P. S. I’m enjoying!

    Marco

    Marco

    maggio 18, 2007 at 9:00 am


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: